Come arrivano in Italia i turisti cinesi?

Connettività per aumentare i flussi, dovendo poi adeguare l’accoglienza

Il summit

L’EU-China connectivity Summit, organizzato dalla ETC – European Travel Commission e dall’ENIT – Agenzia Nazionale per il turismo nell’ambito del 2018 EU-China Tourism Year si è tenuto il 6 settembre 2018 a Palazzo Vecchio a Firenze.

Tema dell’evento: il ruolo centrale della connettività aerea nello sviluppo commerciale e turistico delle relazioni tra Europa e Cina.

Lo sviluppo del turismo cinese nei Paesi UE è direttamente proporzionale alla capacità di connettività diretta (o al massimo con uno scalo) con la Cina.

Connettività aerea: lo stato dell’arte

 

Source: Toscana Promozione Turismo. Risposte Turismo on data from Eurostat, Skyscanner, GoogleFlights and airports companies

La connettività aerea tra Europa e Cina è triplicata dal 2004 al 2018. In dettaglio, circa il 70% dei turisti cinesi raggiunge il vecchio continente arrivando nel Regno Unito, in Germania e in Francia.

Secondo paese per ricezione di turismo dalla Cina, l’Italia sconta un problema di open sky e ne accoglie solo l’11% tramite voli diretti. Ciò nonostante, la connettività Italia – Cina è raddoppiata negli ultimi 5 anni.

 

Source: SEA. European direct flights do not reflect chinese tourist preferences

L’accoglienza in Italia dei turisti cinesi

Nonostante il numero limitato di voli diretti, l’Italia era già nel 2017 la destinazione europea più ambita per il turismo cinese.

Lavorare con successo sul mercato turistico cinese, significa in primis accogliere e gestire i flussi.
Una sfida in cui Vento d’Italia e la società madre Italian Lifestyle supportano operatori della connettività.

Aeroporti di Roma, grazie al lavoro con Italian Lifestyle è in prima linea nell’accoglienza attraverso:

  • Promozione digitale sull’app cinese WeChat;
  • Un negozio virtuale per consentire lo shopping di lusso click and collect;
  • Sistemi di pagamento compatibili con UnionPay, WeChat Pay e Alipay;
  • Segnaletica aeroportuale in lingua cinese.

Fuori dagli scali di arrivo, grazie a Vento d’Italia le destinazioni italiane possono costruire un percorso di accoglienza innovativo fatto di soluzioni digitali e ibride.

Leggi cosa abbiamo fatto per molte mete turistiche nazionali

Aggiornamento: questo articolo è stato rivisto il 4/07/2022

Questo articolo è stato scritto da Elisa Morsicani

Condividi questo articolo.

Vento d'Italia è la rotta sicura verso il mercato cinese.

Supportiamo le destinazioni italiane e le eccellenze produttive dei territori che vogliono raggiungere i consumatori e i turisti cinesi.
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leggi anche

Vento d’Italia per la cooperazione Italia–Cina

Cos’è IURC? IURC è un programma di cooperazione tra città, regioni europee ed internazionali...

Da Occidente a Oriente: le influenze sulla percezione della bellezza in Cina

Quale impatto hanno avuto il contatto con l’Occidente e la vicina Corea del Sud? L'effetto...

Cultura cinese in pillole: la Qingming Jie

La festa Qingming è un'importante occasione per riunirsi con la famiglia non solo per onorare i...

Bellezza in Cina: conoscere il passato per capire il presente

Come viene percepita la bellezza femminile in Cina? Il concetto di bellezza e il dibattito sul suo...

Mercato turistico cinese: le OTAs

Dopo una panoramica a livello internazionale, il nostro focus si sposta sulla Cina. €230 miliardi...